La politica internazionale
 

Il massacro di Sabra e Shatila voluta da un *******

Rocco Catalano 16 Set 2017 20:16
Groups_Google Iscriviti a "BoccheScucite" su Google Gruppi
Groups_GoogleSegui "BoccheScucite" su Google Gruppi

35 anni fa il massacro di Sabra e Chatila

Pubblicato da ab il 16/9/17 • Inserito nella categoria: Primo Piano,Strillo

16/09/2017 DI INVICTAPALESTINA

16 Settembre 2017
Dalla pagina FB di Wasim Dahmash
1982 – Il ministro della difesa israeliano, Sharon, invade il Libano,
entra con i carri armati a Beirut e circonda i campi profughi
palestinesi di Sabra e Chatila.
Il 15 settembre Sharon dà il via libera agli alleati “falangisti”
libanesi di Elie Hobeika che entrano nei due campi ed iniziano ad uccidere.
Il massacro dura settantadue ore. Di notte gli israeliani illuminano la
scena con i bengala per agevolare lo sterminio.
Non dimenticare Sabra e Chatila è un dovere umano, civile e politico.
Rimane aperta la questione della responsabilità impunita di Sharon,
mentre altri capi di governo colpevoli di *****oghe violazioni della
legge umana ed ogni altra legge sono stati incriminati presso la Corte
Penale Internazionale.
Nel 2002 il Belgio aprì un procedimento a carico di Sharon per crimini
di guerra.
Il 23 gennaio 2002 Elie Hobeika si dichiarò disposto a testimoniare
davanti al tribunale belga, ma prima che potesse partire fu ucciso in un
attentato che fece esplodere la sua automobile.
Il processo non ebbe mai luogo

35 anni fa il massacro di Sabra e Chatila

---
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
Il Contadino della Galilea 16 Set 2017 21:03
Il giorno sabato 16 settembre 2017 19:16:31 UTC+1, Rocco Catalano ha scritto:
> Groups_Google

https://it.wikipedia.org/wiki/Massacro_di_Tel_al-Zaatar

Robert Fisk scrisse nel suo profilo biografico di Yasser Arafat, The Broken
Revolutionary: "Quando, nel 1976, Arafat ha avuto bisogno di martiri, ha chiesto
una tregua intorno al campo di rifugiati assediato di Tel el-Zaatar, e poi ha
ordinato ai suoi comandanti presenti al campo di far fuoco contro i loro nemici
della destra Cristiana Libanese. Quando, a causa di ciò, i Falangisti e la
milizia delle "Tigri" seminarono di cadaveri la loro avanzata su Tel el-Zaatar,
Arafat aprì un "villaggio martiri" per le vedove del campo nel villaggio
cristiano saccheggiato di Damour. Alla sua prima visita, le vedove lo
bersagliarono con pietre e frutta marcia. Ai giornalisti fu ordinato di
allontanarsi sotto minaccia delle armi."

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

La politica internazionale | Tutti i gruppi | it.politica.internazionale | Notizie e discussioni politica internazionale | Politica internazionale Mobile | Servizio di consultazione news.